EL CENTRO PABLO IN ARGENTINA : hanno ripreso 40 anni di amicizia tra Cuba e Argentina.

Il Centro Pablo ha lavorato per diversi mesi su questo progetto, sono 40 anni esattamente che le  relazioni cubano- argentino si tengono lì, come una celebrazione della cultura che  unisce e incoraggia .

In particolare , è stata Maria Santucho , coordinatrice del  Centro , che ha sviluppato i rapporti in collaborazione con il  Ministero della Cultura di Cuba, questo compito di produzione intensa e attenta , soprattutto tramite e-mail , in modo che Marta Campos e Leonardo Garcia , raggiungessero l’ Argentina e fossero presenti presenti nella Casa del Bicentenario , e altri spazi culturali . D’altra parte al di là del Ministero della Cultura della Nazione con la collaborazione della cantante Liliana Herrero , la produttrice María José Minatel e altri amici erano fondamentali  nel completamento di questa festa di fratellanza e di cultura .

centro pablo

Il Centro Pablo ha inoltre proposto la partecipazione dello scrittore , giornalista e perseverante  Fidel Castro Diaz , e finanziato la sua proposta in Argentina. La fraterna generosità di  Liliana e Horacio González Herrero hanno dato e stanno donando un premuroso e amorevole lavoro , hanno iniziato ad inviare notizie sulle attività da intraprendere in queste settimane e sull’esperienza culturale e umana a Buenos Aires.

Ecco la prima notizia che ho ricevuto .

Cuba – Argentina … tanti fratelli

Da Fidel Diaz

Ho tanti fratelli
Non riesco a contarli
e la bella sorella
chiamata libertà

Nelle vie di Buenos Aires le canzoni di Atahualpa Yupanqui hanno garantito il gemellaggio, un  cammino verso la libertà della  grande patria latino-americana come l’unico orizzonte possibile immaginabile. Quando arriviamo alla  Casa Nazionale del Bicentenario,  le sue porte si sono aperte alle celebrazioni del 40 ° anniversario del ripristino delle relazioni tra Cuba e Argentina , con un mosaico di attività in cui le culture s’intrecciano.

Atahualpa Yupanqui. –Cantor nel profondo delle persone e paesaggi che amava, per il dolore e la miseria umana dei diseredati e poveri. E’stato, è, un poeta e conoscitore dell’intimo folklore della sua terra. La sua opera vivrà in mezzo a noi, compreso l'amore la poesia e ritmi popolari a lui tanto cari. Grande, molto grande Atahualpa Yupanqui.

Atahualpa Yupanqui. –Cantor nel profondo delle persone e paesaggi che amava, per il dolore e la miseria umana dei diseredati e poveri. E’stato, è, un poeta e conoscitore dell’intimo folklore della sua terra. La sua opera vivrà in mezzo a noi, compreso l’amore la poesia e ritmi popolari a lui tanto cari.
Grande, molto grande Atahualpa Yupanqui.

Tre giorni di pioggia ininterrotta e temperature di 6 gradi ( e sotto) non hanno impedito l’afflusso del pubblico (di fratelli piuttosto) ospite della manifestazione di lunedi 16 settembre , un pubblico che è stato immerso nella storia attraverso le informazioni di versi e di sogni . Improvvisamente, arrivando a Riobamba 985 , sembra d’essere in una strada a L’Avana , vediamo gli abbracci di  vecchi amici : Manelo , ( Ismael Gonzalez, coordinatore di ALBA Culturale ) , Pedro Pablo Rodríguez ( Marti Studies Center) , il vecchio Caimanero Omar Gonzalez , i poeti Luis Yuseff e Papastamatiú Basilia, la fotoreporter Kaloian, il sito web di Adrian The Stool , il trovatore Vicente Feliu, il chitarrista Alejandro Valdes … e tra saluti, nuovi incontri di amici di questa terra come la grande cantante Liliana Herrero , il suo produttore , Fabian Matus , figlio di Mercedes Sosa, produttore di materiali audiovisivi tra cui la voce di Mercedes Sosa dell’America Latina (documentario), un viaggio sconvolgente attraverso la vita di questa icona dell’America , che è appena uscito. Anche la cantautrice argentina Paula Ferrè, l’attrice Susu Pecoraro ( Camila per sempre nella nostra memoria cinematografica ), e molti altri artisti e personalità della cultura popolare.

Su una parete si vedono passare le immagini di  proteste nelle strade , la repressione della dittatura, gli attacchi alla Moneda , il presidente cubano Osvaldo Dorticós , nel 1973 , in Cile , e poi la folla affluita per salutarlo in Buenos Aires , l’apoteosi con Fidel nel 2003 e il suo mega discorso alla soglia della University , una gigantesca folla che sfida il clima , con gli sguardi che sognano di vivere il miracolo ribelle , libertario in Argentina.

Le parole dell’ambasciatore cubano Jorge Lamadrid , il vice ministro della cultura Julian Gonzalez dell’Argentina, il segretario Jorge Coscia  , tutti parlano della fusione vitale del loro popolo , o meglio di un popolo comune del sud;  poi Bolívar , Martí , il Che, Allende, Chavez , Kirchner … una strada lunga e difficile per i poveri della terra , non si può andare in giro senza la luce della cultura più profonda, nel momento in cui si tratta di randagi ciuffi d’arte,  apocrifo-epidermica smobilitazione , i media che dipingono un mondo di bolle di sapone; flusso di informazioni demoralizzanti, egoismi , crudele ideologia, sterminatore che divide e distrugge le culture , che gli esseri umani totalmente spoetizzano.

Le persone che non si conoscono tra di loro devono affrettarsi a conoscersi , come quelli che stanno per combattere insieme . Un altro piccolo passo , intenso appello urgente dalle belle parole dei trovatori cubani Leo Garcia e Marta Campos che cantano… Unisciti a noi : Tali persone povere che non possono vedere che il futuro è breve … Leo e Marta cantano e ricordano Sara Gonzalez : Amor mío no te vayas que lloro… Poi musica da ballo popolare cubano si espande con i bambini Beehive , tutti applaudono e cantano…..una grande mescolanza di suoni, una festa .
Siamo andati fino alle sale della galleria , su uno schermo Fidel parla a studenti di Buenos Aires. Una mostra collettiva di pittura a più dimensioni , Marti ti porta a cavallo, Marti con il berretto del Che,a giocare a baseball , a sognare, ad amare, a lottare, interagendo con noi … Il problema dell’indipendenza non sta nel cambiamento  delle forme ma è il cambiamento della mente.
In un’altra giornata Pedro Pablo Rodriguez  (Marti Studies Center) e Horacio Gonzalez, direttore della Biblioteca Nazionale Argentina , ci hanno intrattenuto con un discorso intenso. Ha iniziato Josè Martì che ha parlato di diffusione dei settori alfabetizzati oramai in gran parte dell’America Latina ed il record di articoli per il quotidiano argentino la Nacion e pubblicati anche da altri giornali. Il mistero che annuncia ciò che inevitabilmente accadrà allo stressante giornalista metaforico nel descrivere l’America con un look audace per la stampa di questo momento che ci porta in un grande evento e prepara la nostra gente al futuro. L’insegnamento di fondo nei loro testi, i punti di forza e di debolezza di questa nazione che si è espansa e, dopo tali libertà sociali, cominciarono a catturare l’attenzione e mostrare le unghie

Mentre scrivo, nel suo grande salotto, la grande cantante argentina Liliana Herrero sta provando con i trovatori cubani Marta Campos , Leo Garcia e i suoi musicisti Pedrito Rossi , Ariel Naón e Mario Gusso. Non sembra vero possano essere insieme e vengono i brividi nell’osservarli mentre cantano con l’anima le radici del nostro popolo, sono uno spirito unico…. Liliana con la voce profonda entra nella canzone mentre Leo improvvisa con il suo fraseggio, Marta gioca con le corde e Pedrito si sovrappone con la sua chitarra …” Chi ha detto che tutto è perduto , io vengo ad offrire il mio cuore ” e poi una canzone che i cubani conoscono molto bene: “Grazie alla vita che mi ha dato tanto”… … ” Violetta emerge tra tutti e non c’è l’Argentina , Cuba , Cile … è la nostra America, sembra che il progetto di Marti stia accadendo ora, lo stiamo presentando, esplorando, abbracciando …. Le voci sono sparse, si toccano ed il coro è in crescita: la tua canzone è la stessa canzone , e il canto di tutti che è la mia canzone.

One Trackback to “EL CENTRO PABLO IN ARGENTINA : hanno ripreso 40 anni di amicizia tra Cuba e Argentina.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: